Blog Archives

Dati personali europei: Usa e Ue
ci riprovano con il Safe Harbor 2.0

Approfondimenti, In evidenza0 comments

Di Jacopo Giunta

A pochi mesi dalla nota decisione della Corte di Giustizia Europea (C-362 14 “Schrems/Data Protection Commissioner”), con cui dichiarava come il diritto e le prassi americane in materia di “data protection” non risultassero idonee a garantire una tutela adeguata contro le ingerenze delle autorità pubbliche sui dati personali degli utenti europei trasferiti sul suolo americano (qui un approfondimento sulla decisione della CGE), l’USA e L’Europa ci riprovano gettando le basi per un nuovo Safe Harbour 2.0. Continua a leggere

L’omicidio stradale è legge,
come cambia la normativa

Approfondimenti, Approfondimenti: Risarcimento danni – Responsabilità civile, Focus on, In evidenza0 comments

Di Francesco Meloni

Al termine di un lungo e travagliato percorso parlamentare, il Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge in tema di omicidio stradale e di lesioni personali stradali.Si tratta di un intervento organico che opera su più livelli, apportando rilevanti modifiche al Codice penale, al Codice di procedura penale e al Codice della strada.
Nel prosieguo, le più importanti novità apportate dalla riforma.

Continua a leggere

Le regole “Decreto mutui ipotecari”:
casa all’asta se si saltano 18 rate

Approfondimenti, In evidenza0 comments

Di Enrico Vallarolo

Sono all’esame delle Commissioni Finanze di Camera e Senato i pareri sul decreto mutui con le proposte di modifiche per disciplinare l’inadempimento che fa scattare la vendita diretta della banca. Arrivano dunque i “paletti” del Parlamento per disciplinare (e limitare) la vendita diretta della casa da parte della banca se il contraente non versa le rate del mutuo, con indicazione dei “correttivi” sui punti più controversi del decreto legislativo che recepisce la Direttiva Europea sui mutui ipotecari (2014/17/UE, consultabile su http://eur- lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX%3A32014L0017), al fine di garantire la massima tutela possibile per i consumatori, ormai segnati da un crisi economica strutturale che fatica a riprendersi.

Ecco cosa cambia con le modifiche in atto proposte dal Governo.
Continua a leggere

Il canone Rai arriva in bolletta:
ecco le istruzioni per l’uso

Approfondimenti, In evidenza, Senza categoria0 comments

Di Gino Domenico Arnone

Le novità nel pagamento del canone Rai hanno generato una serie di perplessità. La legge di stabilità ha infatti previsto come il tributo non debba più essere corrisposto con bollettino postale, bensì con il pagamento della bolletta dell’energia elettrica. Più in particolare la bolletta dell’elettricità di luglio sarà particolarmente pesante in quanto aggravata dell’importo di 70 euro proprio per il canone e, nelle utenze successive, verranno distribuiti gli ulteriori 30 euro. Dall’anno prossimo, 2017, la somma verrà invece corrisposta dal contribuente in 10 rate da 10 euro l’una. Continua a leggere

Crollo del Darwin, la mamma di Vito rifiuta due milioni e fa causa alla Città metropolitana

Rassegna stampa, Senza categoria0 comments

La Stampa

di Andrea Rossi

Cinzia Caggiano, la mamma di Vito Scafidi, morto a 17 anni nel crollo di un controsoffitto al liceo Darwin di Rivoli, il 22 novembre 2008, ha fatto causa alla Città metropolitana (l’ex Provincia) per ottenere un risarcimento da danno aggravato da condotta.

La donna, che a differenza degli altri famigliari (il papà di Vito, la sorella e i nonni la cui causa civile è già terminata con un risarcimento di 1,4 milioni) si era costituita parte civile nel processo penale, ha dovuto attendere la sentenza della Cassazione che ha reso definitive le condanne per i sei imputati, tre funzionari della Provincia e tre insegnanti responsabile del Servizio prevenzione e protezione. Ora anche lei chiede un risarcimento: «Non mi interessano i soldi. Mi hanno offerto due milioni per evitare questo processo ma li ho rifiutati». Continua a leggere

Torino, gamba amputata dopo una lussazione
Chiesta archiviazione per tutti i 68 indagati

Rassegna stampa0 comments

REPUBBLICA TORINO

Di Sarah Martinenghi

ERANO stati indagati in 68. Tutti i medici, del Cto e delle Molinette, che avevano avuto in cura Davide Patanè, il giovane di 22 anni che aveva subito l’amputazione parziale della gamba dopo essere stato ricoverato per una lussazione a un ginocchio. Ora la procura ha chiesto l’archiviazione per tutti e 68.
Il ragazzo, assistito dall’avvocato Renato Ambrosio (con Fabiana Raimondi e Francesco Meloni) non farà opposizione preferendo agire in sede civile. “E’ un discorso di civiltà giuridica – spiega l’avvocato Ambrosio – sotto il profilo civilistico non citeremo nessun medico, ma faremo causa all’azienda sanitaria per ottenere un giusto e dovuto risarcimento che compensi il grave danno che questo ragazzo ha subito e si porterà per tutta la vita, sia nella attività lavorativa, che affettiva e relazionale. Ciò non vuol dire che faremo sconti, ma saremo attenti nel riconoscimento del danno e di tutti i diritti violati”.  Continua a leggere

“Strage del Bardo annunciata in video”:
I parenti di una vittima fanno causa a Costa Crociere

Rassegna stampa0 comments

REPUBBLICA TORINO

Lo studio torinese Ambrosio & Commodo, che assiste i familiari di Antonella Sesino, mette agli atti un filmato diffuso dall’Isis tre mesi prima dell’assalto: “Tunisini, ribellatevi o berrete il vostro sangue”

di Sarah Martinenghi

C’è un video che si trovava in rete a dicembre del 2014, tre mesi prima dell’attentato del Bardo che provocò 24 morti tra cui 4 italiani, e che annunciava imminenti attacchi terroristici in Tunisia. Ora quel minaccioso filmato è stato acquisito dagli avvocati dello studio torinese Ambrosio e Commodo (Francesco Meloni, Stefano Bertone, Ludovica Ambrosio e Chiara Dibaudo) durante le loro indagini difensive per dimostrare che la minaccia di possibili attentati in quella zona era ben nota. I legali assistono i familiari di Antonella Sesino, torinese uccisa nell’assalto, per conto dei quali depositeranno una domanda di mediazione con il tour operator Costa Crociere.
Lo faranno domani, giorno dell’anniversario della tragedia avvenuta al museo del Bardo. Se il tentativo di trovare un accordo non andasse a buon fine, verrà avviata una causa civile in cui chiederanno i danni per la morte della donna, sposata e madre di due figli. Danni che potrebbero essere aggravati dalla condotta di Costa Crociere “in quanto – ha spiegato l’avvocato Renato Ambrosio –  essendo uno dei maggiori tour operator mondiali, avrebbe dovuto prevedere quel rischio e non portare i turisti in una zona così pericolosa, e così vicina al parlamento dove si stava discutendo dell’aggravamento delle misure per il terrorismo”.  “Costa Crociere ci aveva offerto 150 mila euro: era il mattino del 20 marzo, solamente dodici ore dopo che avevamo dovuto effettuare il riconoscimento di mia moglie – ha raccontato Lorenzo Barbero – ma dovevamo firmare subito un foglio rinunciando a qualsiasi altra pretesa”.

Il video di minacce è stato tolto da internet. Vi compaiono tre esponenti dell’Isis, Abou Masaab, Abou Mohamed El Tounsi e Abou Moukatel, che minacciano i tunisini dicendo che compiranno nel loro Paese attentati con kalashnikov e autobombe, che “berranno dal loro sangue e renderanno loro la vita difficile” se non seguiranno la Sharia, incitandoli a ribellarsi “agli eredi di Napoleone e di Charles De Gaulle”.


Leggi l’articolo su Repubblica.it – Sezione Torino – del 18/03/2016 – “Strage del Bardo annunciata in video i parenti di una vittima fanno causa a Costa Crociere“.

Leggi l’articolo su Corriere.it del 18/03/2016 – “Strage del Bardo di Tunisi, causa a Costa Crociere: «Sapeva dei rischi, non doveva farli sbarcare»“.

Leggi l’articolo su Stampa.it – sezione Torino “Strage del Bardo, da Torino una causa contro Costa Crociere

Leggi l’articolo su Metronews.it  – Sezione Torino “Bardo: battaglia legale contro Costa Crociere” 

Altri articoli in Rassegna Stampa:


 

 

Caso Schrems, crolla il “safe harbor”:
il sistema americano non garantisce
la protezione dei dati degli utenti europei

Approfondimenti, In evidenza0 comments

Di Jacopo Giunta  Lawyer, IT Expert, Information Forensics Investigator (CIFI) 

Commento a sentenza, decisione della Corte di Giustizia Europea 06.10.2015 nella causa C-362-14 “Schrems/Data Protection Commissioner” .

La corte di Giustizia europea, nella nota sentenza “Facebook” (Corte di Giustizia C-362-14) si è recentemente pronunciata sulla questione Continua a leggere

Depenalizzazione degli obblighi antiriciclaggio:
la proposta al vaglio del Parlamento

Approfondimenti0 comments

Come cambia l’apparato sanzionatorio della normativa antiriciclaggio di cui al D.Lgs. n. 231 del 2007

Di Francesco Meloni

Con due schemi di Decreto legislativo del 13 novembre 2015, il Consiglio dei Ministri ha sottoposto al vaglio delle Camere una proposta di depenalizzazione di taluni reati.  Continua a leggere

Vittime del terrorismo e di reati violenti,
quando l’indennizzo è previsto per legge

Approfondimenti, Approfondimenti: Risarcimento danni – Responsabilità civile, Focus on, In evidenza0 comments

 

Di Gino Arnone

I tragici attentati terroristici che hanno sconvolto Parigi e l’Europa intera lo scorso 13 novembre, ma ancora prima i tragici fatti che hanno coinvolto i passeggeri russi del volo Metro-jet esploso sui cieli del Sinai, nonché l’alto livello d’allerta che il ministero dell’Interno ha dichiarato essere stato attivato per il rischio di possibili attacchi ai principali luoghi di culto e aggregazione sono circostanze che inducono a riflettere sulla normativa indennitaria che interessa questa delicata fattispecie. Continua a leggere