In evidenza

Danni da trasfusioni, emoderivati, vaccini, farmaci.

Ultimo aggiornamento: 5 dicembre 2014

In evidenza

(Sezione Press)

Dalla metà degli anni ’90, lo Studio tutela su tutto il territorio nazionale e all’estero persone che hanno subito danni da infezioni, trasfusioni di sangue, somministrazioni di emoderivati/plasmaderivati, vaccini e ogni genere di farmaci dannosi per la salute o letali.

Lo studio garantisce assistenza nell’ambito dell’indennizzo ex Legge n. 210/92, seguendo i propri assistiti in ogni fase della procedura, dalla presentazione della domanda agli eventuali ricorsi gerarchici e giudiziali, sia per l’indennizzo base che per le domande di aggravamento, di doppia patologia e c.d. una tantum in caso di decesso, provvedendo anche a recuperare gli interessi su somme pagate in ritardo e l’adeguamento degli importi ai canoni Istat.

Nei venti anni di attività in questo settore i professionisti di Ambrosio & Commodo hanno difeso gli interessi di centinaia di persone contagiate da Epatiti e HIV, nonché dei loro discendenti e familiari, in ogni stato e grado di giudizio: presso Tribunali ordinari civili, penali e del lavoro, Corti di Appello, presso la Corte di cassazione, la Corte Europea dei Diritti Dell’Uomo ed i Tribunali Federali degli Stati Uniti, ottenendo sentenze favorevoli, risarcimenti, indennizzi e risultati positivi per i propri assistiti da un’estesa cerchia di soggetti tra cui il Ministero della Salute italiano, le ASL ed i Centri Trasfusionali di diverse regioni, rispettive Compagnie Assicurative, nonché alcune industrie farmaceutiche di livello internazionale, e rendendosi partecipi, insieme ad altri studi legali ed avvocati italiani, di alcune delle tappe più significative dell’evoluzione giurisprudenziale e normativa in tema di danni di contagio di massa, tra cui si annoverano la L. 27/06 e l’articolo 2, commi 361-2, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.

Lo Studio segue controversie in questi settori di ogni zona geografica d’Italia appoggiandosi a collegi legali della penisola e con l’assistenza di esperti consulenti medico legali. Quando la complessità del caso o la sede legale dell’avversario lo richiedono, le controversie vengono radicate in tribunali di altri Stati: ad esempio, con l’ausilio di Ambrosio & Commodo, più di 400 italiani hanno citato in giudizio diverse società farmaceutiche statunitensi negli U.S.A.

E’ possibile individuare 5 specifici settori:

Il gruppo è pertanto a sua volta suddiviso in 5 specifici settori:

  • Indennizzo legge n. 210/92: assistenza in ogni fase della procedura, dalla presentazione della domanda agli eventuali ricorsi gerarchici e giudiziali, sia per l’ottenimento dell’indennizzo per viventi, che per le una tantum che spettano agli eredi, per le domande di aggravamento o di doppia patologia e per l’adeguamento degli importi ai canoni Istat e gli interessi dalla presentazione della domanda alla liquidazione effettiva.
  • Danni da trasfusioni di sangue infetto: difesa degli interessi di persone contagiate da Epatiti e HIV a seguito di trasfusioni, nonché dei loro discendenti e familiari, in ogni grado di giudizio, dal Tribunale alla Corte di cassazione, nei confronti del Ministero della Salute, delle ASL, dei Centri Trasfusionali e delle rispettive Compagnie Assicurative.

Vi ricordiamo di interrompere sempre la prescrizione inviando al Ministero della Salute (l’indirizzo attuale è in Via Giorgio Ribotta 5, 00144 Roma), una raccomandata con la quale dichiarate le vostre generalità, fate presente di esser stati danneggiati da sangue e/o plasmaderivati infetti e/o vaccini e dichiarate di interrompere la prescrizione per ogni vostro diritto a ciò correlato. Qui sotto un modello che vi invitiamo caldamente ad utilizzare senza ritardare neanche di un giorno, conservandone copia e ricevuta di ritorno. Modificatelo come è necessario qualora siate eredi di una persona defunta per gli stessi motivi.

Data e luogo

Raccomandata A.R.                                                                Spett.le

MINISTERO DELLA SALUTE
in persona del Ministro pro tempore

Via Giorgio Ribotta 5 (ang. Viale Oceano Pacifico, EUR)
00144  –  ROMA  – MINISTERO DELLA SALUTE

Io sottoscritta/o, nato a/                                                            il                                             e residente in                                                              lamento di aver contratto il virus dell’HCV e/o HIV con conseguente infezione da Epatite C / AIDS / (specificare il tipo di danno subito) a causa ed in seguito alla sottoposizione a trasfusioni di sangue infetto/plasmaderivati infetti/vaccinazioni.

Ciò premesso, considerata la responsabilità del Ministero della Salute per le lesioni subite, Vi invito e formalmente diffido a voler prendere tempestivi contatti al fine di provvedere all’integrale risarcimento del danno patito da me e dai miei congiunti, nonché all’indennizzazione di quanto dovuto. La presente vale ai fini dell’interruzione della prescrizione.

Con la presente dichiaro inoltre espressamente di interrompere qualunque termine prescrizionale relativo al diritto ex art. 1 c. 3, l. 210/92, nonché ad ogni altro termine prescrizionale relativo ai diritti e alle facoltà attribuite dalla medesima l. 210/92, come ad esempio, ma non esclusivamente, il diritto di richiedere l’indennizzo c.d. una tantum, l’aggravamento, e la facoltà di esperire ricorso gerarchico in via amministrativa ex art. 5 comma 1 o ricorso giudiziario ex art. 5 comma 3.

Distinti saluti

Nome e Cognome

 

P.S. Le indicazioni contenute in questa pagina non sono un consulto legale ma un semplice suggerimento. Per tutelare i vostri interessi al meglio rivolgetevi sempre ad un avvocato.

  • Danni da vaccino: il nostro gruppo tutela i piccoli e i loro familiari che hanno subito le conseguenze drammatiche di questi tipi di lesioni.
  • Danni da somministrazioni di emoderivati/plasmaderivati commerciali. Lo Studio insieme allo studio californiano Lieff Cabraser, Heimann, Bernstein ha assistito diverse centinaia di emofilici e coagulopatici italiani in una causa negli U.S.A. nei confronti di industrie farmaceutiche statunitensi (Baxter, Bayer, Aventis, Behring, Alpha) per contagi da HCV e HIV contratti negli anni ’80, la causa è stata chiusa quasi interamente con una transazione con le industrie. Ulteriori informazioni si possono trovare sulla pagina dell’Avv. Bertone. In questa materia i contenziosi proseguono nei tribunali italiani, sia in sede civile che in sede penale, in cui alla magistratura spetta il compito di valutare i crimini di omicidio (colposo o doloso) plurimo aggravato.
  • Danni da farmaci: difesa di cittadini colpiti da farmaci difettosi/dannosi o letali per la salute.

Fanno parte del gruppo i seguenti professionisti:

Avv. Stefano Bertone (per inviare una mail potete cliccare qui)
Avv. Chiara Ghibaudo
Avv. Erika Finale

Ascolta l’avvocato Bertone mentre partecipa alla trasmissione radiofonica “Essere & Benessere” di Radio24, del 16 giugno 2008, in cui spiega le ragioni storiche che hanno portato ai contenziosi civili contro il Ministero della Salute, contro le aziende farmaceutiche e al varo della Legge n. 210/92 in materia di danno da contagio.

Sezione Press – articoli di interesse per la consultazione dell’utente: