segreto aziendale

Blog Archives

Controllo del lavoratore, cyber espionage
e tutela penale del segreto informatico

Convegni0 comments

Di Jacopo Giunta
Francesco Meloni

“Controllo del lavoratore, cyber espionage e tutela penale del segreto informatico”, questo il titolo del convegno che si è svolto lo scorso 13 settembre al Campus Einaudi di Torino. All’incontro, patrocinato dall’Università degli studi di Torino, dalla Scuola Superiore di Magistratura e dal Teach and Law Center, ha preso parte anche il nostro Studio con la partecipazione degli avvocati Jacopo Giunta e Francesco Meloni.  Il convegno è stata l’occasione per fare una panoramica sui più recenti approdi normativi e giurisprudenziali in tema di controllo dei lavoratori di prevenzione dei reati informatici e di tutela penale del patrimonio e del know-how aziendale.
Un dialogo a più voci, affrontato con un taglio multidisciplinare ed efficacemente moderato dall’avvocato Giuseppe Vaciago, dello Studio Legale Associato R&P Legal. Tra gli ospiti il professore Francesco Pizzetti, già Garante della Privacy e Professore Ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Torino, che ha affrontato le delicate problematiche sottese al trattamento dei dati informatici dei dipendenti aziendali, alla luce dei principi ispiratori del Jobs Act.
Mentre sul fronte penale i sostituti procuratori di Torino, Vito Sandro Destito e Ciro Santoriello,  hanno offerto importanti chiarimenti in relazione al valore probatorio e all’utilizzabilità, nell’ambito del procedimento penale, delle risultanze informatiche acquisite senza il consenso dei lavoratori, offrendo interessanti spunti di riflessione derivanti dalla casistica processuale.
A seguire, un interessante intermezzo dedicato all’intervento dei “tecnici”. Due gli aspetti affrontati dagli esperti del nostro Studio. Jacopo Giunta, ha spiegato, con un approccio pratico, il tema del trattamento dei dati personali, individuando la delicata tematica delle policies aziendali in tema di utilizzo dei sistemi informatici in uso ai dipendenti. Inoltre, ha svolto una disamina comparativa della legislazione in materia di controlli datoriali sugli strumenti aziendali, alla luce delle modifiche apportate dal Jobs Act dalla nuova formulazione dell’art. 4 dello Statuto dei lavoratori.  A Francesco Meloni invece il compito di parlare della tutela penale del segreto commerciale e del know-how aziendale, anche alla luce dei nuovi scenari offerti dalla recente approvazione della Direttiva Europea “Trade secrets”. Nella disamina della casistica processuale in materia di sottrazione e di rivelazione di segreti industriali e commerciali non sono mancati interessanti approfondimenti in tema di adempimenti derivanti dal D.Lgs. n. 231/2001, con particolare riguardo alla redazione del Modello di Organizzazione e Gestione, all’elaborazione delle policies aziendali e al rispetto delle best practices in materia di sicurezza informatica.
Infine al convegno hanno partecipato anche Stefano Fratepietro e Paolo Dal Checco – Consulenti informatico-forensi specializzati in Cyber security e in Digital forensics – hanno indicato le principali soluzioni tecnico-organizzative volte a tutelare i dati aziendali da attacchi interni ed esterni. Forte dell’esperienza maturata in anni di collaborazione con le principali Procure d’Italia, Paolo Dal Checco ha illustrato le tecniche di acquisizione e di conservazione dei dati informatici in relazione ai diversi tipi di strumenti aziendal (pc, server, smartphone, tablet, posta elettronica).